PP-ICON / Plant-Pollinator Integrated CONservation approach: a demonstrative proposal – LIFE09/NAT/IT000212

attività in campo

Azione C.2 2014

  • autore: Francesco Bisognin
  • martedì 10 giugno 2014

Marzo 2014

Completato l’allestimento dei Beehotels.

 

Sono stati aggiunti mattoni forati riempiti di terra e argilla per gli apoidei che nidificano scavando (antoforini). Alla base di uno dei Beehotel è stata allestita un’area priva di vegetazione e riempita con sabbia e terriccio, per gli apoidei nidificanti nel terreno (alittidi, andrenidi). Sono stati aggiunti gusci di gasteropodi vuoti, utilizzati come nido da alcune specie di megachilidi.

 

Prima occupazione dei nidi artificiali da parte dell’ape legnaiola, Xylocopa violacea.

 

 

06 Giugno 2014

 

Nel corso dei controlli dei Beehotels è stato osservato un tipico concorrente nell’occupazione delle canne, la vespa Isodontia mexicana, chiamata anche “cacciatrice di grilli” o “vespa che trasporta l’erba”.

Azione C.2 2013

  • autore: Francesco Bisognin
  • lunedì 25 novembre 2013

30 Aprile 2013

Posizionamento di due Beehotel nell’area del progetto.

 

I Beehotel sono stati allestiti con canne di lunghezza e diametro variabile per gli apoidei che
nidificano in cavità (megachilidi e xilocope) e una cassetta riempita di terra per quelli che
nidificano nel terreno (alittidi e andrenidi).

 

 

Giugno 2013

Controllo dell’occupazione dei nidi, a cadenza mensile da febbraio a settembre 2013.

 

L’avvenuta occupazione viene verificata a occhio nudo (superficie del foro chiusa con un tappo di
fango) o mediante l’uso di un’asticella di legno e di una torcia elettrica quando il setto di chiusura
non è visibile.

 

 

Controllando i nidi, si possono riconoscere anche i parassiti più comuni.

 

Nel foro al centro si può vedere un’esuvia del bombilide Anthrax anthrax, un insetto che durante lo
stadio larvale parassitizza le larve di alcuni apoidei solitari.

 

 

20 Agosto 2013

 

Controllo dei Beehotel per verificare l’occupazione delle canne.

 

 

Termine lavori in campo per il 2013

Anche quest’anno siamo giunti al termine del lavoro sul campo nell’area di studio, con le osservazioni degli insetti impollinatori sulle piante nell’area.
In questa zona, la fioritura di fine estate è caratterizzata dall’ombrellifera Peucedanum cervaia, insieme a Centaurea bracteata e all’emiparassita Orthantha lutea.
Anche piante fatte da noi germinare all’Orto botanico e successivamente trapiantate nell’area mostrano una buona fioritura, come Veronica barrelierii e Cephalaria transsylvanica.
Torneremo con le osservazioni e le analisi in campo nel 2014, a presto!

 

P1010895

Area di studio con la bianca P. cervaia.
P1010896

Individui trapiantati di V. barrelierii (viola).
P1010899

Stelo fiorale secco con frutti di D. albus.

 

 

Novembre 2013

Trasferimento di alcuni nidi alla sede del CRA-API per un’indagine sull’occupazione. Gli apoidei e
i parassiti estratti verranno poi identificati.

 

Maschio adulto di Osmia cornuta trovato in un nido

 

Diverse specie di parassiti e cleptoparassiti ritrovati nei nidi.

Azione C.3 2013

  • autore: Francesco Bisognin
  • lunedì 26 agosto 2013

11-22 Marzo 2013

Cattura di regine di bombo nell’area del parco.
Il mandorlo (Prunus dulcis) è una delle prime piante a fiorire e rappresenta un forte richiamo per le
regine di bombo.

 

 

 

Marzo-Aprile 2013

 

Allevamento artificiale delle 9 regine di bombo catturate.

 

Primo tentativo di allevamento di regine della specie Bombus pascuorum.

 

 

02 Maggio 2013

 

Rilascio delle colonie ottenute dall’allevamento delle regine selvatiche.
Sono state reimmesse una colonia ben avviata e due colonie in stadio iniziale con le prime operaie.

 

Altre due colonie, nel primissimo stadio di sviluppo, sono state posizionate in due nidi artificiali per
bombi.

 

 

20 agosto 2013

Recupero delle colonie reintrodotte, ormai estinte, per controllarne lo stato di sviluppo ed eventuali
problemi.

 

Azione E.1

  • autore: Marta
  • venerdì 11 maggio 2012

Analisi della fitness delle piante di dittamo.
Impollinando manualmente alcuni fiori di dittamo e valutando la produzione di frutti e semi è possibile valutare una eventuale carenza nel servizio di impollinazione da parte degli impollinatori naturali.

supplementazioni

suppl.fiori

Azione E.2

  • autore: Marta
  • mercoledì 2 maggio 2012

Monitoraggio degli impollinatori sulle piante di dittamo.
Osservando gli insetti che visitano i fiori di dittamo possiamo capirne il comportamento ed il loro ruolo nell’impollinazione.

osservazioni_impollinatori

Ecco un impollinatore. Un individuo di Habropoda tarsata va alla ricerca di nettare in un fiore di dittamo.

impollinatori_dittamo

Azione C.2

  • autore: Marta
  • giovedì 26 aprile 2012

Installazione di nidi per apoidei solitari.
I fori di diverse dimensioni facilitano la nidificazione di specie diverse.

P1010252

Dopo meno di una settimana si sono visti già i primi visitatori.

apoidei_in_nido

Azione C.4

  • autore: Marta
  • venerdì 11 novembre 2011

8/11/2011

Trapianto nell’area di 45 individui adulti di tre specie nettarifere selezionate (Hedysarum coronarium, Teucrium chamaedrys, Helleborous viridis).

In questi casi si é preferito non usare procedere con la propagazione per seme a causa dei tempi necessari per ottenere individui riproduttivi, troppo lunghi rispetto alla durata del progetto.

Azione C.4

  • autore: Marta

Ottobre 2011

Inizio delle semine di altre specie nettarifere all’Orto Botanico.

Azione_C.4_semi

Azione_C.4_semine2

Da Ottobre 2011 fino a Marzo 2012 i semi di più di 10-12 specie di nettarifere autoctone (molte delle quali raccolte in campo) sono germinate all’Orto Botanico, grazie a giardinieri esperti e alla supervisione del curatore dell’Orto Botanico. Da 20 a 25 piante di ogni specie sono state ripiantate nelle zone abbandonate vicino all’area di destinazione, al fine di rafforzare le popolazioni di altre piante nettarifere già presenti, in previsione dell’introduzzione di nuove colonie e nidi di impollinatori.

 

Azione_C.4_semine_orto