PP-ICON / Plant-Pollinator Integrated CONservation approach: a demonstrative proposal – LIFE09/NAT/IT000212

Azione C.2 2013

  • autore: Francesco Bisognin
  • lunedì 25 novembre 2013

30 Aprile 2013

Posizionamento di due Beehotel nell’area del progetto.

 

I Beehotel sono stati allestiti con canne di lunghezza e diametro variabile per gli apoidei che
nidificano in cavità (megachilidi e xilocope) e una cassetta riempita di terra per quelli che
nidificano nel terreno (alittidi e andrenidi).

 

 

Giugno 2013

Controllo dell’occupazione dei nidi, a cadenza mensile da febbraio a settembre 2013.

 

L’avvenuta occupazione viene verificata a occhio nudo (superficie del foro chiusa con un tappo di
fango) o mediante l’uso di un’asticella di legno e di una torcia elettrica quando il setto di chiusura
non è visibile.

 

 

Controllando i nidi, si possono riconoscere anche i parassiti più comuni.

 

Nel foro al centro si può vedere un’esuvia del bombilide Anthrax anthrax, un insetto che durante lo
stadio larvale parassitizza le larve di alcuni apoidei solitari.

 

 

20 Agosto 2013

 

Controllo dei Beehotel per verificare l’occupazione delle canne.

 

 

Termine lavori in campo per il 2013

Anche quest’anno siamo giunti al termine del lavoro sul campo nell’area di studio, con le osservazioni degli insetti impollinatori sulle piante nell’area.
In questa zona, la fioritura di fine estate è caratterizzata dall’ombrellifera Peucedanum cervaia, insieme a Centaurea bracteata e all’emiparassita Orthantha lutea.
Anche piante fatte da noi germinare all’Orto botanico e successivamente trapiantate nell’area mostrano una buona fioritura, come Veronica barrelierii e Cephalaria transsylvanica.
Torneremo con le osservazioni e le analisi in campo nel 2014, a presto!

 

P1010895

Area di studio con la bianca P. cervaia.
P1010896

Individui trapiantati di V. barrelierii (viola).
P1010899

Stelo fiorale secco con frutti di D. albus.

 

 

Novembre 2013

Trasferimento di alcuni nidi alla sede del CRA-API per un’indagine sull’occupazione. Gli apoidei e
i parassiti estratti verranno poi identificati.

 

Maschio adulto di Osmia cornuta trovato in un nido

 

Diverse specie di parassiti e cleptoparassiti ritrovati nei nidi.